IL CHIOSSO

IL CHIOSSO

bottle

Altre viste

Precedente Successivo

Rossomarconi

chi-rossomarconi

Il Chiosso

Panoramica veloce

Colore: rosso rubino scarico tendente al granato
Sapore: asciutto, caldo, strutturato, con un finale leggermente amarognolo
Odore: fine, ampio ed elegante con esuberanti note di spezie, liquirizia e ciliegia

Descrizione

Colore: rosso rubino scarico tendente al granato

Sapore: asciutto, caldo, strutturato, con un finale leggermente amarognolo

Odore: fine, ampio ed elegante con esuberanti note di spezie, liquirizia e ciliegia

Scheda Dettagliata

Annata No
Zona di Produzione Colline Novaresi
Terreno Morenico, acido
Vitigni Autorizzati da Disciplinare Vitigni a bacca rossa del Novarese
Raccolta A mano dopo la seconda metà di settembre
Vitigno 100% Nebbiolo
Alcool 12 % vol
Acidità Totale 5 gr/l
Zuccheri 4 gr/l
Tecnica di Vinificazione Fermentazione alcolica in vasche di acciaio inox a temperatura controllata tra i 25-28°C, per mantenere intatta la sua straordinaria complessità aromatica. Fermentazione malo-lattica in acciaio inox, per stabilizzare naturalmente il vino
Affinamento Il vino viene posto in grandi botti di rovere di Slavonia, dove affina nel più assoluto rispetto della tradizione
Colore Rosso rubino scarico tendente al granato
Sapore Asciutto, caldo, strutturato, con un finale leggermente amarognolo
Odore Fine, ampio ed elegante con esuberanti note di spezie, liquirizia e ciliegia
Calice di Servizio Consigliato Calice da degustazione classico
Temperatura di Servizio Consigliata 18-20 °C
Abbinamenti Gastronomici Antipasti, primi piatti, carni e formaggi di media stagionatura
Tipo di Bottiglia Bordolese classica 410 gr. vetro marrone
Capienza Bottiglia 0,75 L
Tipo di Tappo Tappo in sughero microagglomerato ad alta inerzia organolettica
Sapevi che...

Gattinara

Il Gattinara è un vino D.O.C.G. la cui produzione è consentita nella provincia di Vercelli, esclusivamente nel territorio del comune omonimo. È prodotto principalmente con il vitigno nebbiolo (90%) con eventuale aggiunta di vespolina (max 4%) oppure bonarda (max 10%) purché tali vitigni non superino il 10% totale. L'affinamento minimo è di 36 mesi, di cui almeno 24 in botti di legno.

Ai piedi delle Alpi tra i fiumi Sesia e Ticino si estendono colline moreniche che, grazie al microclima favorevole, sono particolarmente vocate alla coltivazione della vite ed alla produzione di alcune tra le più prestigiose D.O.C. e D.O.C.G. del Piemonte.
Le “colline novaresi”, che hanno come sfondo l’immensa parete del Monte Rosa e che sono di origine fluvio-glaciale, troneggiano su un’area che arriva a Romagnano Sesia, sale a Boca per scendere a Ghemme, Sizzano e Fara Novarese.

In questo territorio formatosi circa cinquanta milioni di anni fa dallo scioglimento dei ghiacciai emerge, tra tutti i vitigni, il Nebbiolo.

Sondaggio pubblico

Cosa ti spinge ad acquistare online il vino?

Back to Top